Infiltrazione eosinofila e severità di malattia sono direttamente correlati?

Il Dott. Marco della Coletta ha recentemente presentato i risultati di questo studio al congresso europeo di neurogastroenterologia (ESNM)


il valore massimo di eosinofili riscontrato con le biopsie non correla con la severità clinica e endoscopica di malattia; non sembrerebbe collegata con l’entità del reflusso gastro-esofageo in questi pazienti.

Sembra pertanto che questi fattori siano associati fra loro in modo indipendente al grado di infiammazione eosinofila, spingendoci alla ricerca di altri elementi alla base di tale relazione.



105 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il dupilumab è un farmaco biologico che consiste in un anticorpo monoclonale che inibisce le citochine infiammatorie (IL-4 e IL-13). Tale farmaco si è già dimostrato efficace nel controllare i sintomi

Disfagia